Protocollo Intesa su Apprendistato

La CIPA ha partecipato al tavolo delle trattative tra governo e parti sociali

La CIPA ha partecipato al tavolo delle trattative tra governo e parti sociali per la riforma dell’apprendistato. In data 11 luglio 2011, insieme alle altre associazioni ed al Ministro del lavoro Maurizio Sacconi, la nostra Confederazione ha firmato l’accordo che porterà l’apprendistato a divenire il canale privilegiato per l’entrata nel mondo del lavoro dei giovani sotto i 29 anni. Il testo unico prevede tre tipologie di apprendistato, che si applicano a tutti i settori di attività, sia pubblici che privati:

Apprendistato per la qualifica professionale: rivolto ai giovani dai 15 ai 25 anni di età, può sostituire l’obbligo scolastico, anticipando l’entrata nel mondo del lavoro, affiancando la formazione teorica al lavoro vero e proprio. Tale forma di apprendistato non può superare la durata di tre anni, o quattro nel caso di diploma quadriennale regionale.

Apprendistato professionalizzante : rivolto ai giovani tra i 18 ed i 29 anni, 17 nel caso di soggetti in possesso di una qualifica professionale. Può essere utilizzato per il conseguimento di una qualificazione contrattuale. La durata dell’apprendistato professionalizzante è stabilita dagli accordi interconfederali e dai contratti collettivi.

Apprendistato di alta formazione e ricerca: rivolto ai giovani tra i 18 ed i 29 anni, permette di coniugare al lavoro il conseguimento di titoli di studio di livello secondario superiore, universitari e dell’alta formazione, compresi dottorati di ricerca per la specializzazione tecnica ed il praticantato per l’accesso a professioni ordinistiche. La durata dell’apprendistato è rimessa alle regioni, o, in assenza di regolamentazioni regionali, ad apposite convenzioni stipulate dai singoli datori di lavoro con le Università, gli Istituti tecnici e professionali e le istituzioni formative e di ricerca.

In conclusione, alternando formazione e lavoro, con l’apprendistato governo e parti sociali cercano di agevolare l’entrata dei giovani nel mondo del lavoro, offrendo la possibilità di acquisire le conoscenze teoriche e le capacità tecniche, già all’interno di un ambito lavorativo .

Documento Protocollo Intesa